Home

In primo piano

  • Le ferite mai chiuse della Terra Santa
    “Seguo con grandissima preoccupazione quello che sta avvenendo in Terra Santa. In questi giorni, violenti scontri armati tra la Striscia di Gaza e Israele hanno preso il sopravvento, e rischiano di degenerare in una spirale di morte e distruzione. Numerose persone sono rimaste ferite, e tanti innocenti sono morti. Tra di loro ci sono anche i bambini, e questo è terribile e inaccettabile. La loro morte è segno che non si vuole costruire il futuro, ma lo si vuole distruggere. Inoltre, il crescendo di odio e di violenza che sta coinvolgendo varie città in Israele è una ferita grave alla fraternità e alla convivenza pacifica tra i cittadini, che sarà difficile da rimarginare se non ci si apre subito al dialogo”. Con queste parole, pronunciate dopo il Regina Coeli di domenica 16 maggio, Papa Francesco ricorda le nuove violenze esplose nella Terra Santa: le ultime di una lunga serie, in un territorio che sembra non poter conoscere un destino diverso. A riaccendere le polveri, questa volta, sono stati anzitutto gli scontri esplosi a Gerusalemme durante il Ramadan, a seguito del dispiegamento di militari israeliani lungo la Spianata delle Moschee (dove diversi fedeli si sono rifiutati di rispettare delle nuove regole sulla sicurezza, giudicate umilianti) e nel quartiere storico di Sheikh Jarrah, dove le autorità israeliane hanno espropriato una trentina di famiglie palestinesi, proseguendo la politica di colonizzazione coatta con cui da decenni si sta garantendo la progressiva (continua)
  • All’ombra dell’ultimo muro, tra Haiti e Repubblica Dominicana
    No, la stagione dei muri non è finita a Berlino nel 1989. Dal crollo di quel simbolo di divisione per eccellenza fra due mondi, due filosofie politiche e due stili di vita contrapposti (seppur mascherati da mille divergenze al proprio interno) sono cresciute a dismisura le barricate in diversi (continua)
  • La pace, arte da insegnare e realizzare
    Quando il desiderio di vedere realizzata la convivenza pacifica tra persone di diverse religioni diventa una missione di vita, ciò che si riesce a costruire può diventare quasi incredibile, addirittura imbarazzante, agli occhi di chi la pace non riesce neanche a immaginarla. È ciò che è avvenuto in (continua)
  • Il 50° di Caritas Italiana e la pandemia, nell’XI Convegno regionale Caritas
    Se per ragioni di sicurezza lo scorso anno si era deciso di annullare il preventivato XI Convegno regionale, che avrebbe dovuto celebrarsi sabato 23 maggio 2020, quest’anno la Delegazione regionale Caritas della Sardegna ha deciso di proporre per lo meno la soluzione di un convegno in streaming, (continua)
  • 50 anni di Caritas in Italia e in Sardegna
    Il 2 luglio 2021 le Caritas che sono in Italia celebreranno il loro cinquantesimo anniversario. Infatti, è con il decreto n. 1727/71 del 2 luglio 1971 che la Conferenza Episcopale Italiana approvò il primo statuto della Caritas Italiana, quale organismo pastorale costituito “al fine di promuovere, (continua)
  • Sabato 8 e 15 maggio 2021 l’iniziativa “Dona la spesa”
    Al via da domani, anche a Iglesias, l’iniziativa solidale “Dona la spesa”, promossa da Supermercati di Sardegna in collaborazione con diverse Caritas diocesane dell’Isola, nell’ambito dell’iniziativa nazionale proposta dalla Coop. Nei giorni sabato 8 maggio e 15 maggio 2021 nei punti vendita (continua)
  • Pandemia, confinamento e opinione degli italiani
    Il 26 aprile scorso l’Istituto nazionale di statistica ha pubblicato gli esiti di un’indagine dal titolo “Comportamenti e opinioni dei cittadini durante la seconda ondata pandemica (12 dicembre 2020-15 gennaio 2021)”. Realizzata attraverso l’intervista telefonica di un campione sufficientemente (continua)
  • All’interno degli “Orti solidali di comunità” nasce la “Casa degli Orti”
    Nonostante le difficoltà registrate lo scorso anno a causa della pandemia, grazie al contributo dei Fondi CEI 8xmille Italia per l’anno 2020 è stato possibile potenziare il progetto degli “Orti solidali di comunità”. Il contributo ha consentito di ultimare i lavori relativi al fabbricato rurale che (continua)
  • Dal “naufragio” della superlega al naufragio dei migranti
    Nel giro di pochi giorni si è passati dalla farsa di un “naufragio” virtuale, che in teoria avrebbe dovuto riguardare il mondo del calcio e che in verità con lo sport ha poco a che fare, alla tragedia concreta – drammaticamente concreta – del naufragio e della conseguente morte di 130 persone a (continua)
  • L’economia europea messa alla prova dalla crisi pandemica
    Per effetto della pandemia da COVID-19, nel primo semestre del 2020 l’attività economica dell’area euro ha subito una brusca contrazione (con una diminuzione annua del PIL del 6,6% rispetto al 2019), mentre nel secondo semestre ha registrato una parziale ripresa. Anche l’inflazione è diminuita a (continua)
  • Maria Marongiu, vicedirettore della Caritas diocesana, è tornata alla casa del Padre
    Umanamente addolorati e obbedienti alla volontà del Signore, il direttore, gli operatori e tutti i volontari della Caritas diocesana di Iglesias annunciano la nascita alla vita nuova e definitiva della cara Maria Marongiu, vicedirettore della Caritas diocesana. Accompagnandola nel suo ultimo (continua)